Dalla sua etichetta Ludovico Gonzaga ci invita a bere barbera…

castello-di-agazzano-bevi-barbera-2009 BB recita l'etichetta di questa bottiglia, ma ogni riferimento a Brigitte Bardot è puramente casuale (davvero?) la sigla sta per Bevi Barbera, l'invito ci è rivolto dal Castello di Agazzano per la sua bella barbera frizzante...

Castello di Agazzano: le vecchie vigne di un principe contadino

Ludovico Gonzaga nel Castello di Agazzano Una storia antica che torna a rivivere, una vecchia vigna, le cantine di un castello, un enologo, un principe contadino. Pare il copione di una fiaba, ma è solo la realtà che si può toccare con mano nella piccola Val Luretta. Abbiamo incontrato Lodovico Gonzaga e Aldo Venco nell'antica cantina del Castello di Agazzano.

Castello di Agazzano, il Milione Rosa

castello-di-agazzano-milione-vino-rosato Sulle colline della Val Luretta, nei vigneti del Castello di Agazzano nasce questo interessante vino rosato

Castello di Agazzano, Barbera della Rocca 2004 – Colli Piacentini DOC

Castello di Agazzano, Barbera Rocca 2004 Recensione del Barbera Colli Piacentini DOC Barbera Rocca del Castello di Agazzano (Le Torricelle), produzione e vendita vini dei Colli Piacentini a Agazzano - Val Luretta

Castello di Agazzano

castello di agazzano cantina vini GianLodovico Gonzaga ha un grande merito quello di aver rimesso in attività vigne e cantina del Castello di famiglia. Le cantine sono quelle antiche della vecchio castello su cui è stato costruito il palazzo del 1700. Splendide con muri di 2 metri parte in cotto parte in pietra che garantiscono un condizionamento naturale dell'ambiente. Le vigne, sono posizionate a fianco del vecchio mastio del 1200 in una posizione che solamente i nobili di altri tempi potevano permettersi. Esposte a sud pieno, su terreno poverissimo con grossi massi di arenaria nel sottosuolo. I 3 ettari di vigna producono mediamente 17.000 bottiglie di vino, Gutturnio e Barbera più qualche bottiglia di Malvasia passita.