Solenghi, grandi vini di una piccola realtà

E’ davvero un piacere incontrare Gaetano nella sua azienda. La sua passione per il vino e per la terra ha radici antiche, radici che lo hanno portato a riprendere in mano la terra di familia, da anni in stato di abbandono, risistemando la cantina, i vigneti e piantandone di nuovi.

L’azienda è davvero minuscola e Gaetano Solenghi cura personalmente ogni particolare in vigna e in cantina.

Se vi piacciono esclusivamente i vini standard “internazionali” non assaggiate nemmeno i vini di Solenghi. Nei vini prodotti qui, trovere tutte le particolarità della tradizione vera dei Colli Piacentini, sapori e profumi decisi, ammorbiditi solo dal lungo invecchiamento.

Due passi nella vigna, il terreno è indurito dal gelo. Noto le potature drastiche, domando se i grappoli vengono anche diradati. “Certo che dirado, voglio uve che abbiano sostanza, che possano maturare , esprimere il territorio e l’annata.”

Dalla vigna alla cantina. Torchi verticali, niente presse a polmone. Acciaio e vetroresina per la fermentazione. Botti da 7 ettolitri, e tante bottiglie lì sdraiate, dormienti ad aspettere che la maturazione si compia.

Tutto qua, semplice efficace naturale. Uva perfetta, niente altro. Niente aggiunte ,niente lieviti selezionati, e un profumo che pervade la cantina. Un profumo di vino vero.

RICONOSCIMENTI E PREMI

Gaetano Solenghi non partecipa a premi, non vuole nemmeno essere recensito sulle guide. Ma un grande riconoscimento lo ha avuto.

Durante la Critical wine organizzata da Luigi Veronelli al Leoncavallo di Milano, Bartolo Mascarello, il produttore del famoso Barolo “No Barrique – No Berlusca,” scambiò il suo vino con la Barbera “L’Attesa” di Gaetano Solenghi . Alla pari. Scusate se è poco.

ACQUISTO E DEGUSTAZIONE

Se passate per la Val Tidone date un colpo di telefono, Gaetano Solenghi sarà lieto di farvi assaggiare i suoi gioielli, i Gutturnio d’annata e quelli riserva, la Malvasia ferma, l’Ortrugo frizzante. Da parte vostra non dimenticatevi di investire qualche euro per mettervi in macchina qualche bottiglia di Barbera “L’Attesa”. Il rapporto qualità prezzo è eccellente. Provare per credere.