La Tosa, Luna selvatica 2003 Cabernet Sauvignon Colli Piacentini D.O.C.

La Tosa, Luna selvaticaIl commento della redazione

Il Cabernet Sauvignon Luna Selvatica è un vino elegante e raffinato. L’annata 2003 si presenta con un colore intenso e brillante, molto profumato, un vero piacere già dal primo momento! L’abbiamo assaggiato quindi aspettandoci tanto e abbiamo avuto la conferma assaporando questo vino in cui si avvertono intensi aromi di frutta. Nonostante il passaggio in barriques nuove non perde infatti il sapore delle uve che lo compongono, segno del rispetto che Stefano Pizzamiglio ha verso i prodotti della propria terra sia durante il lavoro in vigna che in cantina e della sua attenta ricerca di equilibrio nei propri vini.

Quello che più colpisce in questo vino infatti, come in tutti gli altri vini de La Tosa, sono l’eleganza e l’equilibrio, caratteristiche che lo rendono adatto alle grandi occasioni e all’abbinamento con piatti importanti ma, suggerirei, non troppo elaborati.

Scheda del vino

  • Denominazione: Cabernet Sauvignon Colli Piacentini DOC
  • Bottiglie prodotte: Dell’annata 2003 sono state prodotte 8.200 bottiglie e 266 magnum
  • Uve: Cabernet Sauvignon (90%) e Merlot (10%) parte cloni francesi selezionati a Bordeaux (85%) e parte piante italiane (15%)
  • Vigneti e sistema di allevamento: Le piante da cui proviene l’uva che da’ origine al Cabernet Sauvignon Luna Selvatica sono allevate a Guyot nei vigneti Ronco e Morello a 210 metri s.l.m. su terreno argilloso-limoso con densità di 5.000 e di 3.300 piante per ettaro. Il clima particolarmente caldo d’estate e il terreno, grazie al potere riscaldante delle argille di cui è abbondante, sono favorevoli alla creazione di un Cabernet dotato di ricchezza, eleganza e profondità all’aroma, concentrazione, estratto e potenza al gusto.
    Verso la fine di luglio vengono operati sulle viti di Cabernet Sauvignon un diradamento dei grappoli del 30-40% e una parziale defogliazione per ridurre la possibile formazione dei sapori erbacei a favore di quelli fruttati.
  • Vendemmia: La vendemmia si svolge in genere all’inizio di ottobre con una resa di uva al raccolto di 40-50 quintali per ettaro.
  • Vinificazione e affinamento: Dopo la pigiatura, il mosto di Luna Selvatica fermenta a contatto con le bucce per 5-10 giorni, a seconda delle annate, con tre rimontaggi al giorno. Poi il vnio viene travasato con separazione dalle vinacce e, dopo la fermentazione malolattica, che si compie in autunno, viene posto per 6-8 mesi in barriques in gran parte nuove ad arricchire il suo aroma di spezie. Questa parte di vino viene estratta dal legno e assemblata con la parte rimasta in acciaio. Una chiarifica con albume d’uovo, e in estate Luna Selvatica viene imbottigliato senza subire alcuna filtrazione.
  • Gradazione alcolica: 13% Vol.
  • Temperatura di degustazione: Se ne consiglia la degustazione a temperatura ambiente e possibilmente aprendo la bottiglia un’oretta prima

Il produttore: la Tosa