Il Poggiarello, ‘l Piston 2004 Barbera Colli Piacentini DOC

poggiarello barbera il piston 2004Il commento della redazione

Iniziamo dal formato e dall’etichetta. Oggi si chiamano magnum, qua sui colli piacentini si sono sempre chiamati Piston. L’etichetta di una semplicità di di una eleganza esterma, con, in primo piano, la scodella, sostituto del bicchiere, dove il vino veniva bevuto su questi colli.

Versiamo il vino nel bicchiere, colore rubino intenso e brillante. Annusiamo: profumo vinoso, classico del vitigno con note di piccoli frutti rossi maturi, il legno non si avverte.

All’assaggio è pieno, rotondo di ottima beva. La bocca è corrispondente al naso, il legno si intuisce appena, ben integrato e per nulla fastidioso. La buona acidità fa presagire buone prospettive di invecchiamento per qualche annetto.

Lo abbiniamo idealmente a grandi grigliate tra amici, ai semplici e saporiti piatti di carne di questi colli, od a un piatto di anolini in brodo.

La scheda del vino

  • Denominazione: Colli Piacentini Barbera D.O.C. ‘l Piston
  • Bottiglie prodotte: circa 4.000
  • Uve: Barbera 100%
  • Vendemmia: 3a settimana di settembre
  • Vigneti e sistema di allevamento: I vigneti hanno 40 anni, impiantati su terreno ciotoloso, sono esposti a sud e hanno una densità di 3.600 piante per ettaro con una resa di 50 quintali per ettaro. Viene utilizzato il cordone speronato come sistema di allevamento e potatura.
  • Vinificazione e affinamento: La vendemmia avviene manualmente in piccole casse nella terza decade di settembre, seguono pigiadiraspatura e macerazione con lieviti autoctoni, quindi fermentazione in tini di legno per 2 mesi. Affinamento e stoccaggio in inox.
  • Gradazione alcolica: 13% Vol.
  • Temperatura di degustazione: 18° C
  • Piatti a cui si abbina: Piatti di carne alla griglia, carni rosse non troppo elaborati.

Il produttore: Il Poggiarello