Il calendario 2008 per imbottigliare seguendo le lune

luna-per-imbottigliamentoPer chi acquista il vino in damigiana è molto importante scegliere il giorno giusto per l’imbottigliamento, vogliamo darvi una mano. Così, come tutti gli anni vi forniamo il lunario per l’imbottigliamento.

Consigliamo di imbottigliare in luna calante per ottenere vini fermi, mentre per i vini frizzanti è meglio scegliere le giornate con luna crescente, giornate serene e in assenza di vento.

Per i più frettolosi subito il calendario:

PER OTTENERE VINI FRIZZANTI

dal 21 febbraio al 7 marzo 2008
dal 21 marzo al 6 aprile 2008
dal 20 aprile al 5 maggio 2008
dal 20 maggio al 3 giugno 2008

PER OTTENERE VINI FERMI

dal 16 al 30 agosto 2008
dal 15 al 29 settembre 2008
dal 14 al 29 ottobre 2008
dal 13 al 27 novembre 2008
dal 12 al 27 dicembre 2008

Per chi ha più tempo proviamo a vedere come la luna influisce sul vino, saggezza contadina, lunari o studi avanzati che siano.

La luna con la sua attrazione gravitazionale influenza tutti i corpi, specialmente i liquidi, provate solo a a pensare alle maree. Con la luna nuova i liquidi si muovono, cambia il loro volume specifico, e riguardo al vino in particolare avviene un rimescolamento che porta i sedimenti naturali a più stretto contatto con gli altri componenti. Si nota un intorbidimento e si innescano reazioni chimiche e chimico-fisiche delicate. I lieviti diventano attivi grazie all’innalzamento provocato da questa agitazione, insomma parte la fermentazione o la rifermentazione.

Viene da se che nei momenti in cui il vino sta “vivendo” questa fase sarà pressocché impossibile ottenere vini fermi e puliti…

Questi fenomeni sono stati osservati nella realtà già nei tempi antichi e in seguito sono stati studiati in maniera decisamente approfondita da un punto di vista scientifico e da chi si è occupato e si occupa di biodinamica, la teorica Maria Thun in primis.

Riguardo al vino potete trovare informazioni molto interessanti sul sito di Josko Gravner (http://www NULL.gravner NULL.it/), viticultore biodinamico friulano, oppure potete leggere il libro “IL VINO TRA CIELO E TERRA” di Nicolas Joly, grandissimo viticoltore biodinamico francese.