Gutturnio: un’occasione da non perdere

Una riflessione di Paolo Rusconi, autore di Vinipiacentini.net, sullo stato dell'arte del Gutturnio, il principale vino dei Colli Piacentini. Spesso trattato come vino giovane e frizzante è in realtà un vino che si presta a lungo invecchiamento e a raggiungere risultati qualitativi sorprendenti

La cooperazione e la produzione vitivinicola nell’esempio della Cantina di Vicobarone

Vista della cantina di Vicobarone La Cantina di Vicobarone è una realtà cooperativa nata a Vicobarone di Ziano Piacentino nel 1960 per iniziativa di un piccolo gruppo di viticoltori. Si trattava di un particolare momento storico in cui l'Italia viveva un momento di particolare ricchezza economica e in cui le famiglie potevano permettersi anche di acquistare vino in grandi quantità, proprio in questi anni è infatti nata l'abitudine di acquistare vino in damigiana.

Vino sfuso, tra botti e damigiane

La vendita del vino in damigiana sui colli piacentini - come in altre zone d'Italia - è una tradizione con radici profonde, volevamo scoprire da quanto tempo esiste e da dove proviene, così siamo andati a fare una chiacchierata con Valentino Piacentini, titolare insieme ai figli Sara e Manuel dell'Azienda Vitivinicola Piacentini a Ziano Piacentino. Valentino, nato nel 1945 da una famiglia di viticoltori, ha vissuto da sempre nel mondo del vino e ci ha raccontato un'interessante e articolata storia di come veniva fatto e venduto il vino nei tempi andati...

Il Piano di Sviluppo Rurale per progettare l’agricoltura del futuro. Intervista con Mario Spezia

Alla fine del 2007 è stato presentato il Piano di Sviluppo Rurale della Provincia di Piacenza che vale per gli anni 2008-2013. Si tratta di un corposo documento con il quale la provincia di Piacenza, come le altre province dell'Emilia Romagna, cerca di dare forma all'agricoltura del proprio territorio e di essere lungimirante, utilizzando fondi europei per favorire lo sviluppo economico delle zone rurali preservando il carattere agricolo di queste terre. Per saperne di più sul Piano di Sviluppo Rurale e soprattutto dell'impatto che questo può avere sul comparto vino in provincia di Piacenza abbiamo incontrato Mario Spezia, assessore provinciale all'agricoltura.

Il vino rosato delle donne della Val Tidone

Etichetta del Rosato delle donne Girotondo Un vino nato dall'amicizia e dalla voglia di quattro produttrici vitivinicole della Val Tidone di lavorare insieme. Così è nato il Girotondo, un vino rosato ottenuto dalla vinificazione della Bonarda

ViTe, a Piacenza un master in marketing del vino e del territorio – Conversazione con Elisabetta Virtuani

L'Univesità Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza è impegnata da anni nella formazione di figure professionali esperte nella promozione territoriale. Sono ormai consolidati infatti i master universitari MUST (Master Universitario per Manager dello Sviluppo Turistico Territoriale e Valorizzazione dei Beni Culturali e MUMAT (Mater Universitario in Marketing Territoriale). Elisabetta Virtuani ci presenta il Master Vi.Te, Master Universitario in Marketing del Vino e del Territorio

Il calendario 2008 per imbottigliare seguendo le lune

luna-per-imbottigliamento Per chi acquista il vino in damigiana è molto importante scegliere il giorno giusto per l'imbottigliamento, vogliamo darvi una mano. Così, come tutti gli anni vi forniamo il lunario per l'imbottigliamento. Consigliamo di imbottigliare in luna calante per ottenere vini fermi, mentre per i vini frizzanti è meglio scegliere le giornate con luna crescente, giornate serene e in assenza di vento.

Le potature, come sono e come dovrebbero essere

Potatura corretta del vigneto Andando per vigne ci sono venuti alcuni dubbi, così in questi mesi ho girovagato per l'intera provincia, cercando di capire qualcosa degli impianti esistenti. La vite, denudata dall'inverno, mi risulta più semplice da capire. Così per chiarirmi le idee ho chiesto a Giulio Armani, enologo che cura vini e vigneti della Stoppa, di parlarmi delle potature. Ci siamo limitati a parlare del Guyot, che è il sistema di impianto più diffuso.

Inerbimento, i pro e i contro di una diffusa pratica in vigna

I vigneti dell'azienda vitivinicola Pusterla Si parla tanto, tantissimo, di lavorazioni in vigna ed è un argomento che dovrebbe essere di estremo interesse per tutti coloro che bevono il vino perché dalla qualità dell'uva dipende in gran parte la qualità che troviamo nel bicchiere quando beviamo il vino. Si parla tantissimo di inerbimento che è forse una delle lavorazioni della vigna più facilmente riconoscibili per un non addetto ai lavori, ma cosa comporta l'adozione da parte di un'azienda vitivinicola di questa tecnica di coltivazione della vite? Siamo andati a chiederlo ad Eugenio Gandolfi, agronomo e co-titolare dell'Azienda Agricola La Pusterla sulle colline di Castell'Arquato in Val d'Arda.

La rifermentazione naturale in bottiglia

Massimiiliano Croci La tradizione vitivinicola piacentina è fatta, come si sa, da vini frizzanti. La tecnologia negli ultimi anni ha portato all'utilizzo di autoclavi per gestire la rifermentazione del vino e ottenere le tipiche bollicine, ma com'è ovvio, non è sempre stato così. Alcuni produttori stanno però tornando alla produzione di vini frizzanti a rifermentazione naturale in bottiglia come nella migliore tradizione piacentina. Siamo andati a parlare con uno di loro, Massimiliano Croci titolare delle Tenute Vitivinicole Croci a Castell'Arquato in Val d'Arda.