Alberto Anguissola, Case’ 2004 – Pinot nero IGT Emilia

anguissola-case-pinot-nero-2004Il commento della redazione

Poco più di un ettaro di Pinot nero, piantato su un rivone di terra bianca in quel di Casal Pozzino, Valtrebbia, Colli Piacentini. E’ questa la scommessa di Alberto Anguissola, viticoltore per amore della sua terra e del nobile francese. E con questo 2004 possiamo dire che è una scommessa finalmente vinta, dopo 2 annate in cui l’andamento climatico ha falsato i risultati.

Il vino si presenta rubino limpido, luminoso. Naso giocato sui classici fruttini rossi, un pochetto di spezia, pulito da subito e molto elegante. Legno non avvertibile.

In bocca è deciso, sapido. Tannini ben presenti, dolci, molto piacevoli. Grande equilibrio, bella acidità, facilissimo da bere. Un bicchiere tira l’altro, la bottiglia si vuota in un attimo.

Molto buone le possibilità di evoluzione. Da bere oggi o tra 10 anni.

Data della degustazione: 05/04/2010

Il produttore: Alberto Anguissola

1 ettaro di Pinot noir, 1 ettaro di viticoltura eroica di montagna. 5.000 bottiglie di passione pura. Alberto Anguissola ritorna alla terra dei nonni, per ora solo a part time, in quel dei Casè (espressione dialettale per Casal Pozzino) piantando le viti nel periodo che va dal 98 al 2000, ora si sta ristrutturando una vecchia casa da cui ricaverà la cantina per la vinificazione ed invecchiamento. L’altezza degli vigneti è intorno ai 550 metri, l’esposizione è a sud su un pendio molto erto.

Dove assaggiare e acquistare questo vino

Oltre che in azienda potrete gustare questa riserva in parecchi ristoranti piacentini, oppure acquistarla online su SorgendeDelvino.it (http://www NULL.sorgentedelvino NULL.it/28/cas%E8_di_alberto_anguissola NULL.htm)