A cena con Adriano Liloni della Trattoria Pegaso

Continuando il nostro ciclo di incontri con ristoratori che servono i vini piacentini ci siamo spinti lontano dalla nostra provincia, a Gavardo, nei pressi del lago di Garda. Sulle colline si trova la Trattoria Pegaso dove si può mangiare a prezzi contenuti pesce di mare e ottima carne. La Trattoria Pegaso ha tra l’altro ricevuto i due gamberi sulla guida Ristoranti del Gambero Rosso con l’Oscar Qualità/Prezzo.

Ma entriamo nel locale: ai fornelli troviamo Franco Liloni e Marianadia Zampedri, mentre il titolare Adriano Liloni si aggira tra i tavoli con un gesto di simpatia per ogni persona seduta a mangiare, molti sono ormai clienti affezionati, altri arrivano anche da lontano per toccare con mano quello che si dice in giro, si mangia bene e si spende poco. Possiamo confermarlo sia per quanto riguarda il cibo, sia per quanto riguarda i vini. Adriano infatti è sempre alla ricerca di vini che meritano di essere conosciuti sia locali che italiani e internazionali. Ma la sua passione restano i vini tradizionali legati al territorio in cui si producono.

Che vini tieni in cantina?
Nella mia cantina si può trovare di tutto, ma i vini più famosi funzionano un po’ da specchietto per le allodole, i vini che cerco di fare conoscere sono quelli di piccole cantine che vado a cercare personalmente e che ancora offrono un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Sei il primo ristoratore non piacentino con cui parliamo, come proponi i vini piacentini e come vengono accolti?
Ovviamente anche qui da noi ci sono cantine che lavorano bene e i miei clienti per quanto curiosi spesso si aspettano vini locali o, appunto, vini famosi. Io propongo anche altro, ma proporre vini piacentini è sempre piuttosto dificile, così come molti vini veneti. La gente pensa al vino piacentino come vinello giovane e frizzante, un classico, lo so, ma certe convinzioni sono faticose da estirpare! La gente non conosce il Gutturnio riserva o l”Ortrugo, bisogna un po’ guidarli nella scoperta e se si fidano io glieli propongo. Fino ad ora tra i vini dei collii piacentini ho scelto i vini del Poggiarello e la linea Castello di Rivalta della CantinaValtidone ma ne ho assaggiati altri e penso che ne proporrò alcuni qui alla Trattoria Pegaso.

Sulle colline piacentine ci vantiamo di offrire ancora un prezzo molto accessibile per vini di qualità. Anche tu mi hai parlato del rapporto qualità/prezzo, cosa pensi dei prezzi del vino?
Effettivamente i ricarichi di tanti rivenditori sono molto alti, noi cerchiamo di ridurre al minimo il ricarico e insieme ad alcuni altri locali della zona abbiamo proposto ai clienti di portare il vino che vogliono e noi lo possiamo servire nel modo giusto sempre a prezzo modico. Non voglio fare l’educatore, ma ogni tanto organizziamo qui in trattoria delle serate a tema in cui chi viene a mangiare può scoprire dei piccoli “trucchetti” per mangiare bene senza necessariamente spendere tanto, come quando abbiamo proposto una grande grigliata con due tipi diversi di carne, un torello di bruna alpina e una limousine da agricoltura biologica.

Il menù della serata che abbiamo scelto a base di pesce di mare è iniziato con antipasti di pesce molto gradevoli sia per i sapori abbinati con cura e azzardo sia per l’elegante presentazione, poi via diretti verso il secondo: un branzino e calamari in guazzetto. Il tutto accompagnato da vini locali bianchi freschi e molto piacevoli: un Balì e un Lugana, Chardonnay il primo, Trebbiano il secondo, entrambi vendemmia 2004. Per concludere abbiamo chiesto un assaggio di formaggio Bagoss e come per magia compaiono sul piatto tre stagionature diverse accompagnate a sorpresa con il passito di Malvasia Luna di Candia. Qui alla Trattoria Pegaso un pasto completo costa circa 25/30 € esclusi i vini, se vi trovate a passare non perdete l’occasione di provare la cucina di Adriano Liloni.

La Trattoria Pegaso chiude il martedì. Conviene prenotare chiamando lo 0365/372719.